Psicoterapia di coppia

Il disagio psicologico investe non solo la persona, ma anche la coppia e le sue dinamiche. I partner possono trovarsi coinvolti in conflitti che si attivano in modo automatico, avere una buona sintonia in alcune aree e non in altre, la sessualità può essere un punto di forza o, al contrario, di debolezza, i tradimenti possono minare il progetto di vita comune, la genitorialità può entrare in conflitto con i bisogni della coppia e molto altro .

Negli anni  relativamente recenti la psicoterapia di coppia è diventata una delle principali modalità di intervento psicologico. Le ricerche più attuali hanno evidenziato come le persone che vivono un forte disagio relazionale tendano ad avere anche problematiche lavorative, di salute e genitoriali.

In questa fase storica di cambiamento sociale e dello stesso modello familiare, è ancora maggiore l’incidenza della conflittualità nella crescita e nell’adattamento della coppia ai cambiamenti globali. E’ anche più difficile condividere le aspettative e la stessa valutazione della qualità della relazione.

Esistono diversi approcci terapeutici per la coppia: dal sistemico-relazionale allo psicoanalitico, ma sicuramente vi sono degli obiettivi comuni, quali favorire un ambiente in cui sia possibile affrontare le difficoltà, migliorare la risoluzione dei problemi, facilitare un legame di attaccamento sicuro e fiducioso, migliorare la sessualità.

La  coppia che chiede una psicoterapia, viene invitata a tre colloqui durante i quali si raccoglie la storia individuale e comune, viene valutata la personalità, la tipologia dell’interazione e lo stile di attaccamento. Al termine di questa prima fase, viene formulato un piano terapeutico per stabilire la modalità, la frequenza e gli obiettivi della psicoterapia.